Slide ECUADOR THAILANDIA ETIOPIA BRASILE Slide ECUADOR THAILANDIA ETIOPIA BRASILE

PROGETTI MISSIONARI 2021

"Un pane per amor di Dio": con questo slogan nel febbraio del 1962 i vescovi del Triveneto riuniti insieme emettevano un comunicato molto stimolante per invitare i cristiani delle proprie diocesi a vivere la quaresima con uno stile totalmente diverso, all’insegna della carità e della condivisione con i milioni di poveri sparsi nel mondo. Ai nostri giorni il cammino verso la pasqua ha cambiato nome ma non sostanza e fine: QUARESIMA DI FRATERNITÀ, con l’obiettivo di sostenere i progetti dei missionari fidei donum padovani.

Il nostro vescovo Claudio nell’introduzione al testo La carità nel tempo della fragilità, ci invita ad essere “pane buono” per la vita del mondo con gesti di ascolto, di fraternità e condivisione con i poveri.

Se è vero che in questo tempo di pandemia gli effetti economici, sociali e culturali hanno una ricaduta mondiale, è ormai risaputo che saranno i Paesi a basso reddito e con profonde sacche di povertà al loro interno, “a pagare il costo più salato”. Per questo, il “diventare noi stessi il pane buono” come ci invita il vescovo Claudio, può tradursi in un cuore aperto e sensibile alle necessità dei fratelli, non solo in Italia ma in tutto il mondo.

Una fraternità aperta
permette di riconoscere,
apprezzare e amare ogni persona
al di là della vicinanza fisica,
al di là del luogo
del mondo dove è nata
o dove abit
a

[n. 1 Fratelli tutti]

I progetti missionari presentati dai missionari fidei donum e dalle suore francescane Elisabettine ci mettono innanzitutto in comunione con le loro chiese e la loro gente. Noi tutti sappiamo quanto lavorino i nostri missionari – preti, religiosi, religiose o laici che siano – in profonda solidarietà con la vita delle popolazioni alle quali sono mandati e nell’impegno di far risuonare “la musica del Vangelo”. A questo loro impegno noi vogliamo continuare a non sentirci estranei, e la proposta quaresimale è un modo molto concreto di prendervi parte. Quanto raccolto non solo nella quaresima di fraternità ma anche durante tutto l’anno, consentirà alla nostra Chiesa diocesana di sostenere molte iniziative dei nostri missionari, nei vasti campi dell’evangelizzazione, dell’educazione, della tutela della salute e del lavoro, della pastorale a favore della famiglia, dei giovani e dell’infanzia, e di farsi così vicina, attraverso di loro, a tanti fratelli sparsi nel mondo.

Lo strumento, già conosciuto, per raccogliere il segno di solidarietà, non solo dei bambini e ragazzi, è il salvadanaio. Si invita a consegnarlo a ciascun gruppo attivo in parrocchia, oltre che a quelli della catechesi, e a distribuirlo nelle case agli ammalati. Inoltre, è opportuno consegnarlo in un momento dedicato, magari inserito nella celebrazione del Mercoledì delle Ceneri o nella messa della prima domenica di Quaresima, così da coinvolgere tutta la comunità. Si possono poi invitare le famiglie a porre il salvadanaio in un punto significativo della casa, “l’angolo bello”, come segno di condivisione. La restituzione potrebbe avvenire all’interno del triduo pasquale, valorizzando il momento.

Image

L'ufficio missionario sostiene alcuni progetti di missionari nativi della diocesi.
Scopri quali cliccando il link qui sotto

FONDO PROGETTI

Condividi questa pagina...